Ai sensi dell'articolo 3 della legge regionale 3 maggio 2019, n. 7 (Misure per la valorizzazione e la promozione delle sagre e feste locali e delle fiere tradizionali), l'Amministrazione regionale concede contributi riguardanti:

  1. Immobili ed impianti pubblici destinati a sede delle Pro Loco, delle Fondazioni e delle Associazioni senza fini di lucro;
  2. Immobili ed impianti pubblici o privati destinati allo svolgimento di sagre, feste locali e fiere tradizionali.

I suddetti immobili e impianti devono essere ubicati sul territorio regionale.

Per sagre, feste locali e fiere tradizionali si considerano gli eventi e le manifestazioni popolari aperti al pubblico ai sensi dell'articolo 2 della legge regionale n. 7/2019.
Per immobili destinati allo svolgimento di sagre, feste locali e fiere tradizionali si intendono gli edifici e le aree coinvolte nella realizzazione dei suddetti eventi.

Le domande possono essere presentate dalle ore 08.00 del 22 ottobre 2019 alle ore 23.59.59 del 20 novembre 2019, esclusivamente attraverso l'applicativo informatico reso disponibile sulla piattaforma regionale, a pena di inammissibilità.
Si precisa che il 20 novembre 2019, ultimo giorno utile per la presentazione delle domande, la compilazione è possibile fino alle ore 23.59.59, mentre l’assistenza da parte dell’Insiel sarà assicurata fino alle ore 17.00.

Lo stesso soggetto può fare una sola domanda e lo stesso immobile può essere oggetto una sola volta del contributo (all'interno del medesimo bando).

Nel caso di presentazione di più domande, si considera ammissibile solo l'ultima in ordine di tempo.

Informazioni di dettaglio sono riportate alle voci che seguono.

 Beneficiari

A) PRO LOCO, FONDAZIONI O ASSOCIAZIONI CON SEDE IN COMUNI FINO A 30.000 ABITANTI

Sono finanziabili la manutenzione straordinaria o l' adeguamento alle normative vigenti:

  1. di immobili e impianti Sedi di Pro Loco, Fondazioni o Associazioni senza fine di lucro
    L'immobile e l’impianto devono essere di proprietà pubblica;
  2. di immobili e impianti destinati allo svolgimento di sagre, feste locali e fiere tradizionali.
    L'immobile e l’impianto possono essere di proprietà pubblica o privata.

I beneficiari:

B) COMUNI CON POPOLAZIONE FINO A 15.000 ABITANTI

Sono finanziabili la manutenzione straordinaria o l'adeguamento alle normative vigenti di immobili e impianti:

  • destinati allo svolgimento di sagre, feste locali e fiere tradizionali
  • di proprietà o in disponibilità dei Comuni medesimi
  • non concessi agli enti di cui al punto A)
 

Ritorna all'indice

 Interventi ammissibili a finanziamento

Sono finanziabili i seguenti interventi da realizzarsi sull’immobile pubblico sede del beneficiario privato o su altri immobili o impianti destinati a sagre, feste locali o fiere tradizionali:

a) manutenzione straordinaria come previsti e definiti dalla lettera b) del comma 1 dell'articolo 3 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 (Testo Unico edilizia): interventi concernenti la realizzazione di opere e modifiche per rinnovare o sostituire parti anche strutturali degli edifici esistenti e la realizzazione e l’integrazione dei servizi igienico sanitari e tecnologici.

b) interventi di adeguamento alle normative vigenti di immobili e impianti volti a conformare gli immobili o gli impianti alla normativa vigente, con riferimento ad esigenze di sicurezza, strutturale o impiantistica, o di acustica e di risparmio energetico.
Per impianti si intendono gli impianti tecnologici di cui all' art. 1 comma 2 Decreto del Ministero dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37 (Regolamento concernente l’attuazione dell’articolo 11 quaterdecies comma 13 lettera a) della legge n. 248 del 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici).

Ritorna all'indice

 Spese ammesse

In sede di prima applicazione, ai sensi dell'articolo 13 della legge regionale 7/2019, sono ammissibili a contributo le spese sostenute dopo l'entrata in vigore della legge, avvenuta il 9 maggio 2019.

  • Le fatture devono essere intestate esclusivamente al beneficiario (Pro Loco, Fondazioni, Associazioni, Comune) e riportare chiaramente l’indicazione dei lavori effettuati per i quali è richiesto il contributo; le voci di spesa devono risultare direttamente connesse ed imputabili al progetto finanziato;
  • le fatture inerenti a lavori, forniture e relativa posa in opera, possono comprendere eventuali oneri per spese tecniche generali e di collaudo;
  • l'imposta sul valore aggiunto (IVA), è ammessa a contributo qualora costituisca un costo per il beneficiario.

Ritorna all'indice

 Entità del contributo

Il contributo è fissato nella misura del:

  • 100% della spesa ritenuta ammissibile per Associazioni, Pro Loco o Fondazioni;
  • 80% della spesa ritenuta ammissibile per i Comuni;

non può, in ogni caso, essere superiore a 50 mila euro, è cumulabile con altre contribuzioni o incentivi pubblici, di qualsiasi natura, destinati allo stesso intervento ed è determinato in relazione alla spesa effettivamente sostenuta dal beneficiario e rimasta a suo carico.

Non sono ammesse domande con previsione di spesa di importo inferiore a 3 mila euro.

Ritorna all'indice

Criteri di assegnazione

ATTENZIONE: IL CONTRIBUTO SARÀ REVOCATO IN CASO DI DISCORDANZA TRA QUANTO ATTESTATO AL FINE DELLA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA O DELLA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO E QUANTO RISULTANTE IN SEDE DI ISTRUTTORIA, ISPEZIONI E CONTROLLI

Ai fini della formazione della graduatoria, alle domande presentate sono attribuiti i punteggi di merito in base ai seguenti criteri, proposti dal richiedente: 

  PUNTI
a) intervento volto a migliorare la sicurezza strutturale 18
b) intervento su immobile nel quale è già stato realizzato almeno uno degli eventi indicati all’articolo 2 della legge regionale 7/2019 16
c) messa a norma e manutenzione di impianti 14
d) localizzazione dell’immobile oggetto dell’intervento (in alternativa):  
     1) Comune con popolazione residente fino a 500 unità 12
     2) Comune con popolazione residente compresa tra 501 e 1500 unità 11
     3) Comune con popolazione residente compresa tra 1501 e 3000 unità 10
     4) Comune con popolazione residente compresa tra 3001 e 10.000 unità 7
     5) Comune con popolazione residente compresa tra 10.001 e 30.000 unità 4
e) intervento su immobili di proprietà pubblica 10
f) intervento volto al risparmio energetico 9
g) costituzione dell’Associazione, Pro Loco o Fondazione (in alternativa):  
     1) da almeno 10 anni precedenti la data della domanda: 8 punti;   8
     2) da almeno 5 anni precedenti la data della domanda: 5 punti.  5

Le domande con il medesimo punteggio, sono collocate in graduatoria in ragione dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse, come risultante dal sistema informatico.

Le domande non finanziate, restano collocate in graduatoria fino all’emanazione di un nuovo bando.

Si fa riferimento alla popolazione residente determinata in base all’articolo 64 della legge regionale 17 luglio 2015, n. 18 (La disciplina della finanza locale del Friuli Venezia Giulia, nonché modifiche a disposizioni delle leggi regionali 19/2013, 9/2009 e 26/2014)

Ritorna all'indice

Modalità e termini di presentazione della domanda

Le domande di finanziamento sono presentate esclusivamente on line, a pena di inammissibilità, dal legale rappresentante pro tempore dell’Ente o suo delegato, utilizzando il link messo a disposizione sul portale regionale, a partire dalle ore 8:00 di martedì 22 ottobre 2019 ed entro le ore 23.59.59 di mercoledì 20 novembre 2019 secondo le indicazioni contenute nelle linee guida.

L'accesso per la compilazione della domanda on line avviene con autenticazione:

- "debole", attraverso la registrazione di un Account BASE di LoginFVG. In questo caso il compilatore e il sottoscrittore della domanda possono non coincidere. Il beneficiario deve apporre firma autografa alla domanda caricata e stampata e allegarla assieme a copia della carta d'identità;

Se si prevede che il compilatore e il sottoscrittore della domanda non coincidano, si invita a registrare un Account BASE LoginFVG. I dati anagrafici di chi presenta la domanda e del sottoscrittore DEVONO coincidere, pena la non ammissibilità della domanda. Il sistema, nel caso di accesso con autenticazione forte, verifica la coincidenza dei dati e, qualora i dati del legale rappresentante o del suo delegato non coincidano con quelli di chi ha eseguito l’accesso, non consente di procedere con l’inserimento della domanda.

- "forte", ovvero attraverso l'identificazione della persona fisica sulla base dell'identità digitale associata al codice SPID o dichiarata nei supporti dotati di certificato di autenticazione, quale la CNS (Carta nazionale dei servizi), la  CIE (Carta d'identità elettronica), e la maggior parte delle firme digitali. In tal caso la domanda è trasmessa automaticamente senza che sia prevista la stampa e la firma autografa.

Ritorna all'indice

 Contatti

Servizio edilizia
posta certificata territorio@certregione.fvg.it

Ritorna all'indice

Informazioni e contatti

Orari per informazioni (telefoniche o di persona):
da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

Le risposte ad eventuali e-mail potranno essere fornite telefonicamente. 

Per le domande riferite alla provincia di PORDENONE :

 NOME TELEFONO E-MAIL
Maria Bruna 0434 529408 maria.bruna@regione.fvg.it
Barbara Flumian 0434 529418 barbara.flumian@regione.fvg.it
Barbara Magris 0434 529416 barbara.magris@regione.fvg.it
Mauro Paolo Amadio 0434 529414 mauropaolo.amadio@regione.fvg.it
Massimo Riccio-cobucci 0434 529419 massimo.riccio-cobucci@regione.fvg.it
Elisabetta Perissinot (coordinatrice) 0434 529417 elisabetta.perissinot@regione.fvg.it
Valentina Biancuzzi (pos.ne organizzativa) 0481 385230 valentina.biancuzzi@regione.fvg.it
  INDIRIZZO: PORDENONE   Via Oberdan,18

 
Per le domande riferite alla provincia di UDINE:

 NOME TELEFONO E-MAIL
Virginia Cos 0432 555013 virginia.cos@regione.fvg.it
Franca Del Giudice 0432 555915 franca.delgiudice@regione.fvg.it
Stefania Del Toso 0432 555048 stefania.deltoso@regione.fvg.it
Patrizia Fidenato 0432 555131 patrizia.fidenato@regione.fvg.it
Elisa Cristina Iacuzzi 0432 555397 elisacristina.iacuzzi@regione.fvg.it
Giuliana Infanti 0432 555051 giuliana.infanti@regione.fvg.it
Anna Lojacono (coordinatrice)  0432 555082 anna.lojacono@regione.fvg.it
Raffaella Milesi (pos.ne organizzativa)  0432 555095 raffaella.milesi@regione.fvg.it
  INDIRIZZO:  UDINE   Via Sabbadini, 31

 
Per le domande riferite alle province di GORIZIA e TRIESTE:

 NOME TELEFONO E-MAIL
Marrico Cian 0481 386330 marrico.cian@regione.fvg.it
Milena Tirelli (coordinatrice)  0481 386364 milena.tirelli@regione.fvg.it
Valentina Biancuzzi (pos.ne organizzativa) 0481 385230 valentina.biancuzzi@regione.fvg.it
  INDIRIZZO:  GORIZIA   Via Roma, 7
 

Informazioni ed eventuale assistenza per la presentazione delle domande sono fornite ad Associazioni e Pro loco anche presso lo Sportello del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, www.prolocoregionefvg.it, sportello@prolocoregionefvg.it, sito in Piazzale Manin, 10 a Passariano di Codroipo.

 

Ritorna all'indice