Contributi fino al 100 per cento della spesa ammissibile ai Comuni, anche in forma associata, per la realizzazione, l’ampliamento, la manutenzione straordinaria o l’allestimento dei centri di raccolta.
L’articolo 4, comma 20, della LR 29/2018 autorizza l’Amministrazione regionale a concedere ai Comuni contributi per la realizzazione, l’ampliamento, la manutenzione straordinaria o l'allestimento dei centri di raccolta rifiuti di cui all’articolo 183, comma 1, lettera m), del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale).

Il regolamento, approvato con decreto del Presidente della Regione n. 190 del 25 ottobre 2019 è pubblicato nel BUR n. 46 del 13 novembre 2019.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo per ogni singolo intervento è presentata, dal soggetto competente ai sensi dell’articolo 48 della L.R. 18/2015, al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale ambiente ed energia, entro il termine del 1° marzo di ogni anno. Per l’anno 2019 la domanda è presentata entro il 29 novembre 2019.
Ai sensi dell’articolo 48, commi 1 e 2, della LR 18/2015, i Comuni aderenti a una Unione territoriale intercomunale (UTI) presentano la domanda tramite l’UTI di riferimento, la quale valuta la coerenza della domanda con i contenuti del Piano dell’Unione previsto nell’articolo 17, comma 1, della LR 26/2014.
Nella domanda l’Ente richiedente dichiara l’osservanza degli adempimenti di cui all’articolo 11, comma 1, lettere e) ed f) della LR 34/2017 (compilazione degli applicativi A.R.Am. e O.R.So.). L’osservanza di tali adempimenti è condizione necessaria per l’accesso al contributo.

Ritorna all'indice

SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

Sono ammissibili a contributo le spese indicate all’articolo 5 del Regolamento:

-  spese per lavori,
-  spese per l’allestimento relative all’acquisto di attrezzature funzionali al conferimento, alla raccolta e al prelievo dei rifiuti, nonché alla corretta gestione del centro in conformità ai requisiti tecnico gestionali di cui all’allegato I del decreto ministeriale 8 aprile 2008, quali, ad esempio, dispositivi di sistemi di sicurezza e videosorveglianza, attrezzature per la pesatura dei rifiuti, container scarrabili o altri contenitori, fotocamere, strumentazioni hardware, stampanti,
-  l’IVA, solo qualora costituisca un costo per il Comune.
NON sono ammissibili a contributo le spese per l’acquisto delle aree interessate dall’i ntervento.
 
AVVERTENZA
Il capitolo di spesa del bilancio regionale dedicato alla concessione dei contributi in parola è finanziato con contrazione di mutuo con la Banca europea degli investimenti, per cui tutti gli interventi ammessi a contributo dovranno essere ultimati e rendicontati entro il 31 dicembre 2023.

Ritorna all'indice

RIFERIMENTI NORMATIVI

1. Articolo 4, comma 20 della legge regionale 28 dicembre 2018, n. 29 (Legge di stabilità 2019).
2. Regolamento approvato con decreto del Presidente della Regione n. 0190/Pres. del 25 ottobre 2019, pubblicato nel BUR n. 46 del 13 novembre 2019.

Ritorna all'indice